• BastaUnAttimo, “Formazione nelle scuole per favorire cultura della legalità e rispetto delle regole”

    Le Istituzioni, il Governo in primis, devono intervenire tempestivamente per porre rimedio ad un fenomeno che ha subito indubbiamente una recessione ma che, tuttavia, resta ancora gravissimo.

    In Italia non esiste, purtroppo, una diffusa cultura del rispetto delle regole e della sicurezza stradale. L’incidente avvenuto all’alba a Roma dove un pirata della strada ha travolto e ucciso una donna di 56 anni ne è la dimostrazione più lampante. Gente che provoca incidenti e poi scappa via, qualcosa che provoca non solo indignazione ma anche e soprattutto disgusto.

    La lista degli incidenti stradali, purtroppo, è sempre lunga. Anche questa mattina, in Friuli, uno studente diciottenne è stato travolto da un’auto mentre attraversava la strada, ed è in gravissime condizioni. Mentre nel pomeriggio un pulmino finisce fuori strada, un ragazzino muore e si registrano almeno 8 feriti.

    Le Istituzioni, il Governo in primis, devono intervenire tempestivamente per porre rimedio ad un fenomeno che ha subito indubbiamente una recessione ma che, tuttavia, resta ancora gravissimo. Non si può non immaginare che sia indispensabile, ad esempio, intervenire sulla formazione dei giovani in età scolastica, proprio per contribuire a favorire una cultura della legalità e della sicurezza stradale.